IL VENTO CONOSCE IL MIO NOME
Titolo IL VENTO CONOSCE IL MIO NOME
Autore Isabel Allende
Editore Feltrinelli
Prezzo 22,00
ISBN 9788807035753
 
Recensione Un toccante romanzo che narra le storie difficili di due bambini legati dalla dolorosa esperienza dello sradicamento. Nel 1938, a Vienna, il giovane Samuel Adler, un bambino ebreo di appena sei anni, si trova ad affrontare l'oscurità della Notte dei Cristalli, un momento che segna l’inizio della sua travagliata storia: la sua famiglia quella notte perde tutto e la madre, in un tentativo disperato di proteggerlo, lo imbarca su un treno che lo porterà dalla Austria all'Inghilterra. Samuel, accompagnato solo dal suo fedele violino, inizia così il suo nuovo percorso di vita, tra incertezze e solitudine. È il 2019 quando Anita Díaz, una bambina di sette anni, sale su un treno insieme alla madre per allontanarsi dal pericoloso El Salvador e cercare serenità negli Stati Uniti, ma quando raggiungono l’Arizona si scontrano con la crudele politica di separazione famigliare. Anita viene portata in un centro di accoglienza a Nogales dove, lasciata da sola e privata degli affetti, trova conforto in Azabahar, una stella magica nata dalla sua immaginazione. A cercare di aiutare la piccola c’è la giovane assistente sociale Selena Durán che si è rivolta a un noto avvocato nella speranza di riunire madre e figlia. “Il vento conosce il mio nome” è un romanzo avvincente che, unendo passato e presente, testimonia le sfide che i genitori sono disposti ad affrontare per i propri figli e la forza dei bambini che, nonostante i traumi subiti, non smettono mai di sognare