QUANDO ERAVAMO I PADRONI DEL MONDO
Titolo QUANDO ERAVAMO I PADRONI DEL MONDO
Autore Aldo Cazzullo
Editore Harper Collins Italia
Prezzo 19,00
ISBN 9791259853103
 
Recensione L'impero più maestoso che la storia abbia mai conosciuto si rianima e risplende grazie alla prospettiva illuminante dello scrittore Aldo Cazzullo. L'Impero romano non è mai davvero caduto. Da Roma agli Stati Uniti, tutti gli imperi della storia hanno tratto ispirazione dagli antichi romani. Tutto il mondo ha assimilato la lingua e la cultura romana: dai nomi dei giorni e dei mesi alle regole della guerra, dell'architettura e del diritto. Nel mondo della politica numerosi termini e concetti hanno profonde radici latine, tra cui popolo, Senato e Repubblica, mentre le gesta degli antichi Romani hanno costantemente ispirato poeti e artisti attraverso i secoli. Cazzullo esplora il mito della fondazione di Roma, dall'epica leggenda di Enea a quella di Romolo. Ci porta nell'epoca repubblicana dove eroi, comprese molte donne, erano pronti a sacrificarsi per la patria. Ci racconta la straordinaria epopea di Giulio Cesare e di Ottaviano Augusto, due giganti della storia, e rivive la storia di Costantino, che ha trasformato l'Occidente in un impero cristiano. Il libro “Quando eravamo padroni del mondo. Roma: l'impero infinito”, ricco di dettagli e curiosità, ci svela il mito di Roma, dai suoi personaggi e storie fino alle idee e ai simboli che hanno plasmato il mondo, con l'aquila come simbolo universale di tutti gli imperi.